COME LAVORIAMO

Il primo e fondamentale passaggio è dove posizionare gli apiari.

La scelta di collocarli all’ interno o nei dintorni di Parchi Provinciali è dovuto al fatto che il miele può essere considerato uno “specchio” dell’ ambiente dove vivono le colonie d’ api che lo producono; pertanto diventa per noi fondamentale collocarli in luoghi che conosciamo e che siano il più possibile lontano da agenti potenzialmente inquinanti come strade trafficate, fabbriche, campi coltivati con l’utilizzo di pesticidi e diserbanti.

In questo modo cerchiamo di garantire la sopravvivenza delle nostre colonie d’ api e la produzione di un miele votato più alla qualità che alla quantità e che racchiuda gli aromi naturali del luogo dove viviamo.

IMG_20140713_101450

Il secondo passaggio è l’ arrivo nella sala di smelatura dei melari per l’ estrazione del miele.

Per prima cosa, dopo essersi assicurati, grazie a rifrattometro, che l’ umidità presente nel miele non superi il 18- 19% , vengono eliminati gli opercoli di cera che chiudono le cellette contenente il miele. Questa operazione detta disopercolatura viene fatta manualmente tramite due attrezzi che sono il coltello e la forchetta disopercolatrice.

fotoIl miele viene in seguito estratto dai telaini da               melario ormai aperti tramite  centrifugazione e raccolto a caduta in appositi secchi in acciaio inox.

A questo punto il miele viene fatto passare attraverso dei filtri a sacco prima di essere depositato in contenitori detti maturatori dove avviene la decantazione fino a quando le parti di cera e propoli non salgono in superficie.

Le fasi successive sono il confezionamento,l’ etichettatura, lo stoccaggio in magazzino…e… la vendita!!

Tutte queste operazioni vengono effetuaute rigorosamente a temperatura ambiente per evitare che l’ eccessivo riscaldamento possa degradare i componenti benefici del miele.

AZIENDA API FILOSOFIA ABITANTI DELL’AZIENDA LE NOSTRE LAVANDE